Portale per il contribuente

Avvisi di accertamento via PEC anche per le società e professionisti

Un importante provvedimento giunto a fine anno è quello che si riferisce alla possibilità di notificare, a determinate categorie di contribuenti, atti di accertamento attraverso la casella di posta elettronica certificata (PEC).

Secondo le nuove disposizioni, a partire dal 1° luglio 2017 gli avvisi di accertamento ed altri atti connessi quali questionari, inviti, richieste di documentazione, potranno essere trasmessi via PEC alle società, alle ditte individuali e ai professionisti iscritti agli albi.

Si tratta di una innovazione che comporta snellimenti importanti (e risparmi di costi non indifferenti), e va finalmente nella direzione dell’adeguamento del processo tributario ai moderni servizi digitali.

La software house del Gruppo Maggioli si è già attivata per sviluppare i propri applicativi e i propri processi di lavoro nella direzione indicata dal Legislatore. Per Maggioli Informatica l’innovazione costituisce uno dei punti fondamentali delle proprie politiche di sviluppo, basate sull’offerta di strumenti e di processi sempre all’avanguardia.

Tutti i servizi erogati riguardanti le bonifiche delle banche dati e le attività di accertamento consentiranno dunque ai comuni committenti di rientrare a pieno titolo tra quelli che potranno applicare fin da subito la nuova normativa dando così un’immagine di una Pubblica Amministrazione in linea con i tempi.

marcello.serra

About marcello.serra