Bandiera Inglese
Bandiera Spagnola

Maggioli Musei crea il nuovo look per l’Ecomuseo delle Acque di Ridracoli

 

L'Ecomuseo delle Acque di Ridracoli riaprirà sabato 10 marzo

“Partecipazione, condivisione, accessibilità totale ma anche divertimento sono le parole chiave della filosofia alla base del nuovo Idro”, viene spiegato dai gestori. L’Ecomuseo delle Acque di Ridracoli riaprirà sabato 10 marzo. E si presenterà ai turisti che lo visiteranno con una nuova veste.

In questi giorni, infatti, imbianchini, falegnami e architetti sono all’opera per il nuovo allestimento del Museo, che sarà rinnovato in sintonia con la nuova gestione di Atlantide e del Gruppo Maggioli con il progetto Maggioli Musei e del partner tecnologico Parallelo.

Il nuovo allestimento vedrà i visitatori più protagonisti. “La sostenibilità, i cambiamenti climatici, i servizi ecosistemici, il rapporto uomo-natura sono solo alcuni degli elementi tematici affrontati, pur mantenendo la centralità del tema della risorsa idrica cui il sistema è naturalmente vocato”.

L’Idro Ecomuseo delle Acque di Ridracoli si trova  nel piccolo abitato circa un km prima della biglietteria. Si tratta di un museo molto curioso ed interattivo che, per le sue caratteristiche, nel 2006 ha ricevuto una nomination all’European Museum Of The Year Award, classificandosi alla posizione numero 18. Un ottimo risultato se si pensa che il premio ha coinvolto musei di tutto il mondo!

La diga di Ridracoli è posizionata nel cuore del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna, in una piccola frazione nel comune di Bagno di Romagna, a farsi spazio tra una natura rigogliosa è un’opera di alta ingegneria che ha saputo integrarsi nell’ecosistema esistente senza alterarne gli equilibri.

 

Maggioli Spa - P.Iva 02066400405