Bandiera Inglese
Bandiera Spagnola

630mila euro di tasse e multe: il Comune di Bra recupera tasse non pagate

 

Per i crediti accumulatisi dal 2015 in poi il recupero è stato affidato alla Maggioli Tributi

630mila euro di tasse e imposte non pagate e recuperate dal Comune di Bra in poco più di un anno.

Da tempo il Comune ha avviato l’attività di recupero di quanto non riscosso per molti anni dalla concessionaria dei servizi di riscossione.

Il recupero è stato affidato alla Maggioli Tributi di Sant’Arcangelo di Romagna.

«Il recupero dei crediti ha un aspetto etico, perché ognuno ha il dovere di partecipare al sostegno dell’attività comunale, e uno finanziario, perché in un periodo di limitate risorse è nostro dovere recuperare ogni fonte di gettito» è il commento dell’assessore alle finanze Gianni Fogliato.

Un anno fa il Comune rinunciava alla rottamazione delle cartelle: «Ci è sembrato non corretto discriminare quanti hanno assolto nei tempi e nei modi dovuti, andando ad avvantaggiare chi da più tempo è moroso, per provvedimenti tutti già divenuti esecutivi. È un principio di correttezza e di regolarità contributiva» continua l’assessore.

Sul totale, il 50 per cento è rappresentato da sanzioni per violazioni al codice della strada, il 40 per cento da tasse e imposte comunali (Tassa rifiuti, Tasi, Imu, ecc.), mentre il restante 10 per cento raccoglie varie voci.

L’attività di riscossione viene supervisionata dagli uffici comunali «perché», conclude Fogliato, «deve essere condotta con il massimo rispetto per i cittadini».

Leggi l’articolo del quotidiano Gazzetta di Alba

Maggioli Spa - P.Iva 02066400405